La camera di un bambino è la sua fortezza! Questo significa che per un bambino la stanza in cui vive è il posto più sicuro del mondo, e il nostro compito da adulti è quello di garantire che sia così. Per i nostri piccoli, in ogni spazio, ci potrebbero essere un numero infinito di nuovi mondi in cui avventure meravigliose prendono vita.

Allora, qual’è il nostro compito? Come possiamo aiutarli a sentirsi al sicuro ma allo stesso tempo a proprio agio?

Primo, pensiamo a ciò di cui avevamo bisogno quando eravamo piccoli – un ambiente che dà armonia e positività. Cerchiamo quindi di concentrarci sul trasmettere questo anche ai nostri figli. Qui è dove i colori vengono ad aiutarci!

Studi psicologici, inizialmente condotti da aziende pubblicitarie, suggeriscono che i colori possono influenzare l’umore e il comportamento, stimolare il cervello e il corpo, e anche influenzare la salute del vostro piccolo. Gli esperti di marketing utilizzano questi risultati a loro vantaggio da molti anni. L’arredamento della vostra palestra, della vostra day spa e persino del vostro ristorante preferito sono stati appositamente progettati per influenzare tutto, dal vostro atteggiamento al vostro appetito.

Ma la psicologia dei colori può essere usata per influenzare più del vostro portafoglio. Studi scientifici hanno anche scoperto che l’esposizione a certi colori può migliorare le abitudini di sonno, aumentare la capacità di memoria e persino migliorare le prestazioni accademiche – benefici eccellenti per la crescita di menti e corpi.

I colori più utilizzati nelle camerette dei bambini sono il blu (15,6%) e il verde (10,4%). Queste tonalità richiamano rispettivamente la serenità, la gioia e la vivacità. Combinazioni emozionali che incoraggiano i bambini ad esprimersi e danno libertà alla loro immaginazione. I colori sono profondamente legati all’identità e alla cultura di ogni bambino. Hanno la capacità di attivare emozioni e sensazioni che aiutano a stimolare la personalità dell’individuo. Per questo motivo, è essenziale che siano scelti e utilizzati correttamente.

In secondo luogo, ma più importante è garantire che l’ambiente sia sano. Non passano il tempo nelle loro camere solo per dormire di notte, ma spesso rimangono a giocare per lunghe ore. Si consiglia quindi di non sottovalutare l’inquinamento interno. E’ causato da colle, vernici, rivestimenti e componenti d’arredo che rilasciano gas invisibili, particelle e sostanze nocive.

Consigli utili contro l’inquinamento interno:

1. Aprire le finestre almeno 2 volte al giorno – in questo modo si evita l’accumulo di aria stantia nella stanza.

2. Utilizzare vernici e materiali di finitura privi di formaldeide. È un gas nocivo che si disperde nell’ambiente e lo contamina.

3. Utilizzare detergenti ecologici per pulire la stanza. Quelli normalmente utilizzati contengono spesso acetone e benzene. Inoltre, evitare di utilizzare deodoranti per ambienti o incenso, spesso arricchiti con additivi chimici. Fiori di lavanda, cannella, agrumi e chiodi di garofano sono le alternative naturali ideali per profumare le stanze dei bambini.

Animal drawings gallery in girl’s bedroom with pink pillows on bed and white cupboard

4. Lavare regolarmente tappeti, tende e lenzuola. Regolare la temperatura tra 18° e 22° e ridurre l’umidità.

Un altro consiglio: lo sapevate che se volete pulire perfettamente il tappeto dalla polvere, basta girarlo con la parte superiore verso terra e camminarci sopra (o lasciare che il vostro bambino giochi) per qualche giorno in modo che tutta la polvere cada a terra e poi si può raccogliere con l’aspirapolvere?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *